KENYA

FORGE OF TALENTS

Pensare in maniera nuova e diversa per avere un futuro nuovo e diverso

E' veramente immensa la potenzialità racchiusa in questo progetto. Un  progetto che offre aperture in tutti i settori di una nazione civile desiderosa di crescere a modello delle nazioni più avanzate.

Si parla di educazione, sanità, lavoro, assistenza, sport e soprattutto la speranza di un futuro pieno di luce. 

Il progetto è semplice, ordinato, facile da realizzare ed economico se l’impegno di tutti coloro che collaboreranno alla sua realizzazione ed al suo mantenimento nel tempo sarà serio e determinato.

E’ un figlio nostro cui dare la massima cura per farlo crescere sano e intelligente, forte e vincente nella vita e per se stesso.

Un progetto da offrire anche ad altre nazioni del continente africano come segno di partecipazione, collaborazione per indicare la via per rendere il continente africano sempre più forte ed indipendente da tutte le grandi potenze interessate solo allo sfruttamento delle infinite risorse e ricchezze di questo immenso continente.

Bisogna pensare in maniera nuova e diversa per avere un futuro diverso e nuovo. Questo è il progetto

 KENYA

FORGE OF TALENTS

Nasce il progetto Forge of Talents per lo sviluppo di alcune delle aeree rurali e povere del Kenya. Un modello di sviluppo dedicato soprattutto alla gioventù del Kenya per la valorizzazione delle nuove generazioni ma anche per l'assistenza di adulti ed anziani.

Scuola,Lavoro,Salute,Sport,Assistenza Sociale e integrazione comunitaria saranno le basi della struttura modulare del progetto il cui prototipo è in via di ultimazione a Kibora nell'area di Chakama.

 

Il progetto FORGE OF TALENTS prevede la realizzazione di 10 moduli identici al modello prototipo e dislocati in varie zone del paese,zone scelte tra le più povere e bisognose di aiuto. La sede che controllerà i 10 moduli sarà a Nairobi e ad essa faranno riferimento tutti i moduli,a loro volta gestiti indipendentemente a seconda delle diverse necessità territoriali.

 

L'amministrazione e la gestione economica del progetto saranno affidate ad una unità del Ministero degli Interni. 

 

Governo 

dovrà provvedere a:

1-Creare un Consorzio ( Community of Investors) di minimo 10 grandi aziende,prioritariamente keniote, che possano garantire il finanziamento necessario per la costruzione dei 10 moduli e che divideranno oneri ed onori con il governo. Investimento singolo Ksh 10,000,000

2- Scegliere 9 località dove sviluppare il modulo (la decima è il prototipo a Chakama).

3- Mettere a disposizione i terreni su cui costruire il modello (100 acri per ogni modello)

4- Fornire il Personale Scolastico

5- Fornire il Personale Sanitario

Consorzio

6- Sarà compito del Consorzio studiare e mantenere sempre aggiornata attraverso tutti i canali mediatici una strategia per promuovere il progetto a livello nazionale ed ottenere il consenso e la partecipazione dei cittadini.

7- Il consorzio avrà la possibilità di inserire un ufficio/negozio di ogni suo componente/membro in ognuno dei 10 moduli.

 

Karibu Onlus

8- Karibu Onlus will be in charge to create all the 10 models and assist all the locations for 3 years from starting of the realization.

Al compimento del periodo, la gestione di ogni modulo passerà alle autorità locali sotto la guida del Governo.

9- La Karibu Onlus garantisce la presenza di un grande team di calcio italiano per lo sviluppo di una FOOTBALL ACADEMY in ogni modulo.

11- La Karibu Onlus non percepirà alcun emolumento speciale stante la sua condizione di non profit organization mentre i suoi responsabili e collaboratori utilizzati per la realizzazione dei moduli ed il periodo di gestione triennale saranno a carico del Consorzio.

 

Tipo di componenti del Consorzio*:

•Telephone Company

•Bank ATM Service

•Food Big Chain

•Hardware/Construction

•Informatica

•Sport

•Media (Radio/Tv/NewsPapers)

..................end so on

*Aziende diverse per prodotti commerciali.

**Tilapia è solo un esempio

*** Never Ending Story House

     È una struttura sanitaria che si occupa di partorienti ed anziani a ricordo del ciclo umano fatto di vita e di morte.

     Anziani soli,malati,poveri e malati terminali

**** Impianti sportivi di Calcio,Basket,Pallavolo,Atletica leggera

IL MODELLO

50 ettari di terreno, preferibilmente vicini ad una fonte d'acqua

LE STRUTTURE

1-Scuole

  • Pp 1/2

  • Primary 

  • Technical Institute 

2-Dispensary/First Aid/Studio

3-Community Hall

4-Fishing point (Tilapia**)

5-Never Ending House ***

6-Sport Play-fields ****

7-Stable

8-Vegetable gardens

9-Administration Office

10-Water

11-Power

12-Fence

13-Religious Spaces

14-Ministry Office

15-Security 

16-Transport 

SELEZIONE DI AREE RURALI POVERE

1.   Magarini-kilifi county

2.   Bamba- Kilifi county

3.   Kaloleni- Kilifi county

4.   Kinango-Kwale county

5.   Voi- Taita taveta

6.   Garseni- Tana river county

7.    Miritini- Mombasa county

  1. Lodwar- Turkana

  2. Gilgil- Nakuru

  3. Kibera- Nairobi

  4. Mosoriot- Uasin Gishu county

  5. Kapenguria- Turkana county

  6. Garisa- Garisa county

  7. Lungalunga- Kwale county

Kabarnet- Baringo county

APERTURA DI UN UFFICIO DI COLLOCAMENTO NELLA CITTA' PIU' VICINA 

Per concludere

AFRICA,NON PAROLE

Sono passati 11 anni da quando un noto copyrighter milanese coniò questa frase per la prima campagna pubblicitaria a favore del progetto KARIBU CHAKAMA,ideato e realizzato dalla Karibu Onlus.

Un sogno che anno dopo anno ha preso forma e sostanza,anche se attraverso mille difficoltà. Ma più grandi erano le difficoltà,più grandi erano la passione, l'energia, il coraggio e la Fede granitica.Così abbiamo mantenuto la promessa fatta alla Comunità di Kibora di costruire scuole,portare l'acqua e la luce. E nell'immediato realizzare e completare le altre strutture previste per la sanità,il lavoro,l'agricoltura e la cura di anziani e partorienti.

Oggi siamo dunque pronti per l'ulteriore affascinante balzo in avanti,quello che ci permetterà di completare il sogno iniziale,aiutare gli africani a casa loro,in tutto il loro paese perché finalmente prendano coscienza e conoscenza delle loro enormi possibilità.

Il Progetto Chakama può diventare un modello di sviluppo per tutti i paesi africani che lo vorranno applicare,con serietà ed impegno per poterlo tramandare nel tempo. A cominciare dal Kenya dove noi abbiamo piantato la nostra prima piantina,le radici.

Oggi la Karibu presenta KENYA FORGE OF TALENTS, un modulo/modello che coniuga istruzione e lavoro,sanità e assistenza, agricoltura e attività commerciali riuniti in un unico grande spazio dove tutto è offerto con cura a chi ha voglia di cambiare se stesso ed il proprio paese. Senza più nessun che abbia bisogno di emigrare, chissà dove e chissà con quale futuro, ma per rimanere dove ha le sue origini e contribuire alla crescita del suo paese con impegno,amore e passione.

Per realizzare questo progetto la Karibu Onlus chiede la stretta collaborazione a tutti coloro che sono in grado di sostenerlo fino alla fine ed oltre.

I Governi e le grandi aziende del paese sono le prime figure che possono compiere questo miracolo: assicurare al paese una grande e solida base di istruzione, lavoro, sanità, sviluppo agricolo, commerciale ed industriale. Ovunque,a partire dalle aree rurali più povere e sperdute perché anche lì vivono cittadini,spesso isolati e bisognosi di cura ed attenzione.